Formaggio online - home page / Formaggi

Bastardo del Grappa di Alpeggio 1kg

39,90 / porzione da 1kg ca.


Spese di consegna: 6,40 €
(se superi i 59.00 € di spesa avrai la spedizione a domicilio gratuita)

Prodotto spedito in imballaggio termico (+1.90 €)
Consegna in: 2 - 4 giorni
Disponibilità: ottima
Tabella ingredienti / Allergeni: Latte

Il Bastardo del Grappa d'alpeggio, insieme al Morlacco, rappresenta il simbolo della riscoperta della tradizione casearia pedemontana, grazie al suo sapore senza tempo e al gusto inconfondibile.

Questo formaggio a pasta semidura e semicotta si distingue per il suo colore giallo paglierino intenso. Sapido e persistente, offre un gusto e un aroma con spiccate note erbacee. La sua stagionatura può durare oltre un anno, e viene prodotto nell'area del Massiccio del Grappa.

Perché si Chiama Bastardo

La storia del Bastardo risale all'Ottocento. Nella Pedemontana, il formaggio più comune era il Morlacco, ma con il cambiare delle stagioni e delle condizioni ambientali, i casari adattavano le loro tecniche per produrre un formaggio diverso, ispirandosi all'Asiago d'Allevo o al Montasio. Il nome "Bastardo" deriva dal fatto che non è né l'uno né l'altro, ma un ibrido di esperienze e tecniche casearie. A volte, al latte di mucca veniva aggiunto anche un po' di latte di capra, conferendo al formaggio ulteriori caratteristiche uniche.

Leggi di più

Bastardo del Grappa di Alpeggio 1kg

Il Bastardo del Grappa d'alpeggio, insieme al Morlacco, rappresenta il simbolo della riscoperta della tradizione casearia pedemontana, grazie al suo sapore senza tempo e al gusto inconfondibile.

Questo formaggio a pasta semidura e semicotta si distingue per il suo colore giallo paglierino intenso. Sapido e persistente, offre un gusto e un aroma con spiccate note erbacee. La sua stagionatura può durare oltre un anno, e viene prodotto nell'area del Massiccio del Grappa.

Perché si Chiama Bastardo

La storia del Bastardo risale all'Ottocento. Nella Pedemontana, il formaggio più comune era il Morlacco, ma con il cambiare delle stagioni e delle condizioni ambientali, i casari adattavano le loro tecniche per produrre un formaggio diverso, ispirandosi all'Asiago d'Allevo o al Montasio. Il nome "Bastardo" deriva dal fatto che non è né l'uno né l'altro, ma un ibrido di esperienze e tecniche casearie. A volte, al latte di mucca veniva aggiunto anche un po' di latte di capra, conferendo al formaggio ulteriori caratteristiche uniche.

Bastardo del Grappa di Alpeggio 1kg: come viene prodotto

Azienda Agricola Ceccato, Veneto

Ingredienti Bastardo del Grappa di Alpeggio 1kg

Latte vaccino, latte caprino, caglio naturale, sale marino

Valori nutrizionali

Bastardo del Grappa di Alpeggio 1kg: utilizzo in cucina

Il formaggio Bastardo del Grappa d'alpeggio, disponibile (in porzione da un chilogrammo), è un ingrediente estremamente versatile. Perfetto per preparare primi piatti come le pappardelle ai funghi, secondi di carne dove viene utilizzato come farcitura, e piatti unici come il pasticcio di cavolfiori.

Questo formaggio è delizioso sia crudo, servito come antipasto, che fritto o cotto alla griglia. Accompagnato da pane e un buon bicchiere di vino, è stato a lungo lo spuntino o la cena preferita di pastori e contadini.

Il Bastardo del Grappa d'alpeggio realizzato oggi mantiene l'arte delle antiche tecniche tradizionali, integrate con moderne procedure. Si chiamerà anche "Bastardo", ma vi garantiamo che è un vero principe del gusto!

Note di degustazione

Bastardo del Grappa di Alpeggio 1kg: abbinamenti

Come conservare Bastardo del Grappa di Alpeggio 1kg al meglio

Perchè ci piace questo prodotto?



Aggiungi al carrello


Torna indietro

Altre porzionature:




Più infoMeno info